Forasacchi e cani: sintomi, diagnosi e rimedi

by Mirco Di Marcello

Conosciamo meglio il pericoloso legame dei forasacchi e cani imparando a riconoscere i sintomi o a come evitarli.

Forasacchi e cani binomio tristemente pericoloso. Con l’arrivo della bella stagione il nostrocane sarà molto contento di poter finalmente uscire all’aria aperta.

Purtroppo bisogna fare molta attenzione a quello che può rivelarsi un problema serio per il nostro fedele amico: il forasacco.

Cosa sono i forasacchi?

I forasacchi, anche conosciuti con il nome di “strozzacavalli”, sono delle spighe simili a quelle di grano, di colore verde, appartenenti alla famiglia delle graminacee selvatiche.

Innocui fin quando sono verdi, diventano pericolose quando si seccano. Possiamo trovarli nei campi, in campagna ma anche ai bordi delle strade comuni.

Perché i forasacchi sono pericolosi per i cani?

La pericolosità dei forasacchi è data dal fatto che possono penetrare nella cute dell’animale. Grazie alla loro composizione, si aggrappano al pelo in maniera salda e, ogni movimento del cane può spingere la spiga più in profondità.

Tutto questo può provocare un’infezione che può essere anche grave.

Ancor più pericolosi sono se, malauguratamente, il forasacco dovesse entrare nel naso del cane.

Per la loro conformazione, una volta entrato nel naso, si aprono ad ombrello e non tornano più indietro, bensì vanno solo in avanti. Capirete che bisogna intervenire in tempi rapidi.

Forasacchi e cani: sintomi

I sintomi che possono avvertirci di un probabile contatto di forasacchi e cane sono diversi.

In caso di contatto con la cute possiamo avere arrossamenti, gonfiore, dolore, pus.

Controllate che non si gratti o lecchi di frequente sempre nella stessa zona.

Se ci dovesse essere penetrazione attraverso il naso, la situazione può diventare molto pericolosa. Il cane inizierà a starnutire in maniera molto frequente e potrebbe avere una fuoriuscita di sangue. Vedrete che con la zampa cerca di strofinarsi sulla zona del naso in continuazione o struscia il muso a terra.

Qualora ci sia invece la possibilità che il forasacco sia entrato in gola, il cane avrà crisi di tosse frequenti.

Attenzione anche all’ingresso del forasacco nell’orecchio del cane: in questo caso noterete che, toccandolo nella parte delle orecchie avvertirà forte dolore e quindi guairà o tenderà a modervi. Noterete inoltre che muoverà continuamente la testa. Non sottovalutate questi sintomi perché questa cosa può portare a otiti e perforazione del timpano.

Lacrimazione e occhio chiuso invece sono sintomi di forasacco nell’occhio del cane. Va rimosso immediatamente per evitare gravi problemi all’occhio e congiuntiviti.

pericolo forasacco cane
pericolo forasacco cane

Cosa fare in caso di ferita da forasacco?

Se il forasacco non è penetrato completamente nella cute o nel naso, è possibile estrarlo facendo molta attenzione. È comunque preferibile far visionare il cane dal veterinario nel più breve tempo possibile per evitare problemi più gravi e non dover ricorrere alla chirurgia.

Per l’estrazione del forasacco dal naso bisognerà prima sedare il cane e poi estrarre il corpo estraneo con un rinoscopio.

Può succedere che il cane starnutisca espellendo il corpo estraneo (spesso con qualche goccia di sangue). In questo caso sarete stati fortunati.

Frequente può essere prendere un forasacco nelle zampe, più precisamente nello spazio intradigitale. Noterete che il vostro cane comincerà a zoppicare o a leccarsi la parte della zampa. Se il corpo è evidente potete provare a rimuoverlo, altrimenti rivolgetevi come sempre al veterinario.

L’estrazione del forasacco dall’orecchio può essere fatto dal veterinario attraverso un otoscopio ed una pinza. Inutile dire che l’intervento deve essere tempestivo.

Come prevenire i danni dei forasacchi?

Analizzate sempre prima l’area dove porterete a passeggio il cane. Evitate zone con erba alta.

Può essere utile tosare l’animale nei “punti critici”: zampe, interno delle orecchie etc. Questa cosa eviterà al forasacco di “aggrapparsi” attraverso il pelo del cane.

I cani più soggetti ad attirare i forasacchi sono, naturalmente, quelli a pelo lungo.

Esistono anche delle protezioni per le orecchie del cane che coprono i padiglioni auricolari per proteggere l’orecchio o delle museruole per impedire che i forasacchi entrino nel naso.

Valutate voi, basterà comunque essere sempre in guardia ed ispezionare il luogo circostante per far sì che forasacchi e cani si incrocino il meno possibile.

Leggi anche come curare i polpastrelli del cane.

Lasciaci un commento e seguici anche sulla nostra Pagina Facebook e Instagram

Iscriviti anche al nostro canale Telegram Cuccioli&Crocchette

Credits: Envato & Freepik

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento