Quando fare il primo bagnetto al cucciolo

by Mirco Di Marcello

Se ti stai chiedendo quando fare il primo bagnetto al cucciolo di cane o come farlo, ecco tutto ciò che devi sapere.

Se hai scelto di accogliere e crescere un cicciolo, una delle prime domande che farai al veterinario sarà quella di quando poter lavarlo.

L’igiene del cane è molto importante, tanto più se decidiamo di ospitarlo in casa. Un cane pulito è dire cane sano.

Ma quando è possibile fare il primo bagnetto al cucciolo? Ogni quanto lavare il nostro cane? In che modalità pulire il nostro amico a quattro zampe?

Tutte domande lecite. Se abbiamo appena preso un cane, l’istinto è quello di vederlo subito lindo e pinto. Purtroppo fare il bagno in maniera precoce può rivelarsi deleterio per il nostro animale.

In questo articolo vedremo perché e vi darò qualche pratico consiglio e accorgimento per fare un bagnetto super rilassante per il vostro cucciolo.

Confesso che anche io, appena preso il nostro Chicco, sono stato tentato dal lavarlo immediatamente. Chi ce lo ha dato lo teneva in un grande giardino pieno di erba, piante e fiori. D’impatto sentivo di doverlo “igienizzare”.

Fortunatamente, prima di farlo, ho chiesto parere al veterinario e ho pensato di documentarmi per bene.

Lasciaci un commento e seguici anche sulla nostra Pagina Facebook e Instagram

Quando fare il primo bagno al cane?

Il primo bagnetto del cucciolo non andrebbe fatto prima dei 5 mesi. In particolare, solitamente, va concluso il ciclo di vaccini del cane. Questo perché, non avendo un sistema immunitario ancora formato, potrebbe raffreddarsi e ammalarsi irrimediabilmente.

E’ un po’ il discorso di non portare fuori o a contatto con altri cani il nostro cucciolo prima di aver concluso i vaccini.

Per dirla tutta, comunque, con le dovute precauzioni, sarebbe possibile fare il bagno già dal secondo mese e sarebbe bene abituarlo fin da cucciolo a familiarizzare con l’acqua.

Quali precauzioni adottare per un bagno prima dei 5 mesi?

Innanzitutto bisogna utilizzare una stanza calda o riscaldata e senza correnti d’aria.

Il cucciolo va prima asciugato con asciugamani o carta assorbente e poi, alla perfezione, usando il phon. E’ molto importante che il pelo non rimanga umido.

Cosa serve per fare il bagnetto al cucciolo?

  • Una doccia, una vasca da bagno o una vaschetta apposita (sceglila delle dimensioni giuste per il tuo cane);
  • Shampo per cani: usa prodotti specifici per cani e di qualità per non causare al cucciolo problemi dermatologici;
  • Spugna o spazzola;
  • Cotone idrofilo per tappare le orecchie ed evitare che l’acqua entri dentro;
  • Asciugamani e carta assorbente;
  • Phon.

Come fare il bagnetto al cucciolo?

Prepara prima tutto il necessario per il bagno.

Prepariamo poi il cucciolo spazzolandolo per rimuovere pelo morto ed eventuali residui di sporco.

Inizia a bagnare il cane delicatamente. Se utilizzi la doccia, ricorda che lo scroscio d’acqua può spaventarlo. Prediligi la vasca se hai l’opportunità.

Inizia bagnando il dorso, insaponalo e passa poi alla testa. Presta particolare attenzione ad insaponare i punti più nascosti dove possono insediarsi sporco e, a volte, zecche.

Insaponalo quindi dietro le orecchie, tra le insenature delle zampe, le unghie, etc.

Attenzione a non far entrare il sapone nelle orecchie, negli occhi e in bocca!

Friziona e lascia agire lo shampo per qualche minuto prima di risciacquare.

Una volta insaponato tutto, vuota la vasca e inizia a risciacquare delicatamente. Non usare il getto forte ma un flusso delicato dell’acqua. Abbi cura di far scivolare tutto il sapone.

Ora il compito più importante: asciugare alla perfezione il cane.
Iniziamo l’asciugatura con un asciugamano o con carta assorbente per poi proseguire con il phon ad una velocità bassa e a temperatura tiepida. Tieni il phon a debita distanza per non bruciare il cucciolo.

Purtroppo non sempre è possibile usare il phon per l’asciugatura: molti cani infatti hanno paura. In questo caso dovrai avere molta pazienza e proseguire asciugandolo con vari asciugamani.

E’ consigliabile, dopo l’asciugatura, non portare il cane fuori fin quando non sarà ben asciutto. Se la temperatura lo permette, evitando correnti d’aria improvvise, potete ultimare l’asciugatura “dell’umido” all’aperto.

Usate una spazzola per eliminare ulteriore pelo morto.

Ogni quanto lavare il cane?

Se pensiamo di poter lavare il cane ogni giorno come facciamo (almeno si spera!) noi umani siamo in grosso errore.

Lavaggi troppo frequenti farebbero perdere al cane lo strato di lipidi che proteggono la sua pelle, esponendolo a rischi di malattie e di attacchi da parte di batteri e parassiti.

Per qualcuno il bagno andrebbe fatto ogni fine settimana, per altri quasi mai. La verità sta a metà. E’ consigliato lavare il cane non più di una volta al mese e circa ogni due o tre mesi.

Possibilmente evitiamo di farlo in inverno: dopo averlo lavato, anche se asciugato bene, potrebbe correre fuori e raffreddarsi.

Naturalmente dipende dal grado di pulizia o di sporco del nostro animale. Molto dipende dal tipo di pelo. Cerchiamo di non esagerare.

Come pulire il cane se non può fare il bagno

Se hai timore di fare il bagnetto precocemente al tuo cucciolo, puoi comunque tenerlo pulito grazie alle salviettine detergenti o con uno shampo a secco, naturalmente per cani.

E’ importante comunque tenerlo sempre pulito spazzolando il pelo, tenendo pulite le zampe, gli occhi e i denti.

Quando evitare di fare il bagnetto al cane?

E’ sconsigliato lavare il nostro cucciolo dopo un vaccino perché potremmo diminuire l’efficacia.

Se il nostro cane ha problemi di salute, evitiamogli di peggiorare la situazione bagnandolo.

Evitare, come detto sopra, di lavarlo in inverno.

Quando hai fatto il primo bagno al cane? Diccelo nei commenti.

Credit: 123rf

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento