Differenza tra pressato a freddo ed estruso

by Mirco Di Marcello

Il cibo per cani non è tutto uguale e, oltre alle materie prime, ci sono due tecniche di preparazione. Vediamo la differenza tra pressato a freddo ed estruso.

Nella grande giungla del cibo secco per cani, non basta saper scegliere il migliore alimento per il nostro cane, bisogna anche sape distinguere la tecnologia con cui sono stati preparati. Ecco perché oggi vedremo la differenza tra pressato a freddo ed estruso.

Quest’ultime sono le due tipologie di cibo secco in commercio. Sebbene il risultato possa sembrare simile, così non è.

L’alimento per cani pressato a freddo ha iniziato a prender piede sul mercato da qualche anno. Prima le crocchette erano tutte estrudate.

Molti ormai scelgono e pretendono le crocchette pressate a freddo ad occhi chiusi. Sebbene esse siano di gran lunga preferibili, bisogna sempre ricordare di fare molta attenzione all’etichetta e alla composizione.

Purtroppo, come spesso succede, molti produttori dichiarando “pressato a freddo” il loro prodotto, lo riempiono di materie prime di scarsa qualità, facendo cadere tutto il vantaggio della scelta di questa tipologi di prodotto.

Prima di vedere le differenze tra pressato a freddo ed estruso, analizziamo singolarmente le due tipologie di cibo per cani.

pressato a freddo oppure estruso? Quale scegliere

Cosa sono le crocchette estruse?

Nel processo di estrusione le materie prime vengono miscelate con amidi ed inserite ad alta temperatura (120°/140°, ma spesso anche a 180°/200°!) nella macchina in condizione di alta pressione (fino a 60 bar). Vengono inseriti additivi e umidità dopodichè il tutto viene schiacciato per causare un’espansione degli amidi di cui sono costituiti.

L’esposizione per quasi tutta la durata del processo alle alte temperature, dà luogo ad un prodotto che ha perso gran parte dei suoi nutrienti, degli enzimi, vitamine e proteine che saranno poi reinseriti in modo sintetico tramite additivi, appetizzanti e riempitivi.

Sulle crocchette finite, infatti, spesso vengono spruzzati oli e grassi animali per aumentare la sapidità e portare i nostri amici a quattro zampe a mangiarle.

Per questo motivo, se guardate l’etichetta, troverete molti additivi sintetici (scopri come leggere l’etichetta del cibo per cani).

Crocchette estruse: esperimento del bicchiere

Proviamo a mettere in un bicchiedere d’acqua le crocchette estruse. Dopo qualche ora noteremo che si saranno gonfiate e rimarranno a galla. Le crocchette estruse quindi si gonfiano nello stomaco provocandone la dilatazione.

Normalmente perciò possiamo dire che questo tipo di crocchette sono difficili da digerire.

Capite che scegliere un alimento adeguato per il nostro cane è importante.

Cosa sono le crocchette pressate a freddo?

Il processo del pressato a freddo si distingue da quello dell’estruso perché la temperatura di lavorazione rimane bassa per tutto il processo. Solitamente non sumera i 30/45°.

Grazie a queste temperature rimangono intatte vitamine, proteine e sali minerali degli ingredienti utilizzati. Questo permette di non dover ricorrere all’aggiunta di additivi.

Le materie prime (di alta qualità) vengono miscelate senza additivi e poi pressate mantenendo sempre la stessa temperatura. Vengono poi tagliate in crocchette e lasciate ad essiccare.

Crocchette pressate a freddo: esperimento del bicchiere

Nel caso delle crocchette pressate a freddo, immerse in un bicchiere di acqua non si gonfiano ma si sciolgono in poco tempo.

Questo significa che, una volta ingerite, queste si disgregano molto velocemente, depositandosi sul fondo dello stomaco e agevolando l’assimilazione. Le crocchette verranno quindi digerite come fosse un alimento fresco.

Differenza tra pressato a freddo ed estruso: conclusioni

La vera differenza tra pressato a freddo ed estruso sta tanto nella preparazione quanto che nel risultato.

Non essendo presenti gli amidi necessari per l’estruso, il cibo pressato a freddo per cani ha la possibilità di utilizzare le percentuali riservate all’amido per inserire più carne.

Il pressato a freddo è infatti, più simile al prodotto originale perché riesce a preservare tutti i nutrienti.

Le crocchette pressate a freddo non si sbriciolano facilmete.

Ecco perché, di norma, è sempre preferibile il pressato a freddo, ma ricordate quanto scritto all’inizio di questo articolo: non sempre estruso è peggio e pressato a freddo è meglio.

Controllate sempre l’etichetta e le percentuali, ma soprattutto gli ingredienti!!

Tutto l’estruso è uguale? La risposta è no!

L’estruso Reico, ad esempio, viene lavorato a bassa temperatura come il pressato a freddo! Le materie prime vengono “espolose” per essere meglio assimilabili dall’intestino animale. E’ come se il cibo avesse avuto una pre-digestione.

Lasciaci un commento e seguici anche sulla nostra Pagina Facebook e Instagram

Iscriviti anche al nostro canale Telegram Cuccioli&Crocchette

Photo: Freepik & jirkaejc

Potrebbero interessarti anche:

Lascia un commento